“Io sono la Madonna del Rosario”


Madonna di Fatima

Arrivò, finalmente, il giorno tanto atteso del miracolo promesso, la sesta e ultima apparizione della Madonna ai tre pastorelli. Una pioggia persistente e abbondante aveva trasformato la Cova da Iria in un immenso pantano, e sembrava inzuppare fino alle ossa la folla di cinquanta-settantamila pellegrini che lì si stringeva accorsa da tutti gli angoli del Portogallo.


“Continuate sempre a pregare il rosario”


Alle undici e mezza circa del mattino, quel mare di gente fece largo ai tre veggenti che si approssimavano, vestiti coi loro abiti domenicali. È Suor Lucia che ci riferisce quanto è avvenuto:


“Uscimmo da casa abbastanza presto, tenendo conto delle soste durante il percorso. Le persone si erano presentate in massa. La pioggia, torrenziale. Nemmeno il pantano dei sentieri impediva a questa gente di inginocchiarsi in un atteggiamento umile e supplicante. Arrivati alla Cova da Iria, vicino al leccio, spinta da un moto interiore, chiesi al popolo che chiudesse gli ombrelli per pregare il Rosario. Poco dopo, vedemmo il riflesso della luce e, in seguito, la Madonna sopra il leccio.


“— Che cosa vuole da me Vostra Signoria?


“— Voglio dirti che facciano in questo luogo una cappella in mio onore, che sono la Regina del Rosario, di continuare sempre a recitare il rosario tutti i giorni. La guerra sta per finire e i militari ritorneranno presto alle loro case.


“— Io avevo molte cose da chiederle. Se guariva alcuni malati e se convertiva alcuni peccatori, ecc.


“— Alcuni sì, altri no. Bisogna che si emendino, che chiedano perdono dei loro peccati.


“E, assumendo un aspetto più triste:


“— Non offendano più Dio nostro Signore, che è già molto offeso.


“Quindi, aprendo le mani, la Madonna le fece riflettere sul sole e, mentre si elevava, il riflesso della sua luce continuava a proiettarsi sul sole”. Essendo la Madonna scomparsa in questa luce che Lei stessa irradiava, nel cielo si succedettero tre nuove visioni, “tre quadri, simboleggianti, uno dopo l’altro i Misteri Gaudiosi, Dolorosi e Gloriosi del Rosario”.


Accanto al sole apparve la Sacra Famiglia: San Giuseppe con Gesù Bambino in braccio, e la Madonna del Rosario. Tracciando tre volte in aria il segno della croce, “San Giuseppe con il Bambino sembravano benedire il mondo”.


Le due scene successive furono viste soltanto da Lucia. Il Divino Redentore benedisse il mondo allo stesso modo di San Giuseppe.


Subito dopo, apparve gloriosa la Madonna del Carmelo, incoronata regina dell’Universo, con in braccio Gesù Bambino.


E il sole si mise a danzare…


Mentre i tre pastorelli contemplavano i celestiali personaggi, si operò davanti agli occhi della moltitudine il miracolo annunciato… Era piovuto durante tutta l’apparizione. Lucia, al termine del suo colloquio con la Madonna, aveva gridato al popolo:


— Guardate il sole!


Allora le nuvole si aprirono e il sole apparve come un immenso disco luminoso. Nonostante brillasse intensamente, poteva esser guardato direttamente senza accecare la vista. Le persone lo contemplavano assorte quando, all’improvviso, l’astro si mise “a danzare, a ballare; si arrestò per un certo tempo per poi ricominciare a danzare, finché alla fine parve che si staccasse dal cielo e venisse addosso alla gente”, secondo la descrizione di uno dei presenti. Il ciclo delle visioni di Fatima era concluso.


Fonte: Giornalino Madonna di Fatima - ottobre 2018